Ristoranti, shopping, arte e vita notturna: Genova stupisce per il suo amalgama di eccellenze artistiche e vita comune

The Guardian, noto quotidiano indipendente britannico sempre attento alle tendenze del turismo e del costume di tutto il mondo, ha pubblicato recentemente un dettagliato articolo su Genova, città sempre più attraente all’estero, oltre che per le delizie culinarie, anche per il connubio unico tra arte e vita quotidiana, tra monumenti straordinari, palazzi, vie nobiliari e le strette stradine dei carrugi del centro storico.

Genova viene descritta come una città stretta tra mare e monti, tra i pochi chilometri che separano l’Appennino dal mare e i 40 km che dividono Voltri e Nervi. Genova città di nascita di Cristoforo Colombo, della Croce di San Giorgio, della focaccia, dei jeans e, forse non tutti lo sanno, della famosa copertina di un album dei Joy Division, che ritrae una tomba del cimitero di Staglieno. Una città con un centro storico dove ci si può perdere (i palazzi e i vicoli spesso non sono su Google Maps), ma con alture interessanti raggiungibili con gli ascensori, come Spianata Castelletto. Una città ferita dal crollo del Ponte Morandi ma che, orgogliosamente, prosegue il suo cammino.

Kit Macdonald, L’autore dell’articolo si dice soddisfatto del suo soggiorno a Genova in prima istanza per il cibo: la visita a Slow Fish e a ristoranti tipici del centro storico, dove avrebbe mangiato prelibatezze come zuppa di pesce, cappon magro, torte di verdura, ripieni, farinata, dolci, gelati e altro, gli avrebbe fatto mettere su qualche chilo di troppo, tanto da pensare di dover prenotare un secondo posto in aereo per stare più comodo…

Anche la scena artistica genovese ha colpito il Guardian: oltre ai musei di Strada Nuova e la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, Macdonald ha visitato anche la GAM Galleria d’Arte Moderna, la galleria  Pinksummer e il Museo Chiossone, mentre delinea eventi importanti per l’estate, come il Festival Internazionale di Nervi e il Suq.

La vita notturna genovese si perde nei bar dei vicoli dove sorseggiare cocktails, ottimi vini bianchi come il Pigato, oppure fare una bella “apericena” tra i Palazzi dei Rolli Partimonio Unesco e sentire musica in un luogo raccolto e carismatico come Spazio Lomellini, lo studio di uno scultore allestito per concertini e performance.

Per lo shopping, Macdonald si è diviso tra negozi di interior design dall’atmosfera di una grande magione barocca, antiche farmacie come quella di S. Anna gestita dai Frati Cappuccini e raffinate cioccolaterie.

Prima di partire, visita finale al Cimitero di Staglieno, in particolare ad una delle due tombe ritratte sulla copertina di “Love Will Tear Us Apart”, album dei Joy Division celeberrimo all'estero. Ma una visita meriterebbero anche il Castello d’Albertis con il suo meraviglioso ascensore, unico in Europa, e il parco di Villetta Di Negro, che domina la Genova dei caruggi da una posizione soprelevata.

Tags: