Riapre al pubblico a Palazzo della Meridiana di Genova la mostra sulla ritrattistica del ‘500. Fino all'11 ottobre 2020

La mostra "Da Cambiaso a Magnasco. Sguardi genovesi" a Palazzo della Meridiana di Genova è stata prorogata fino all'11 ottobre 2020.
"Da Cambiaso a Magnasco. Sguardi genovesi", è stata protratta fino a settembre e l’amministrazione di Palazzo della Meridiana ha intenzione aprire anche per tutto agosto.

La mostra, curata da Anna Orlando, consta di oltre 40 opere, suddivise nelle 5 sale espositive del piano nobile del palazzo cinquecentesco: una sfilata di personaggi noti e illustri all’epoca, accanto ad altri di cui la storia non ha conservato né nome né memoria.

Non è solo un’esposizione dove la ritrattistica assume un significato notevole, ma è anche l’incontro tra i soggetti rappresentati e il pubblico, tra la società del ritratto e quella del selfie, un incrocio di sguardi che potremmo definire di reciproca curiosità.

Oltre a tele di Cambiaso e Magnasco, opere di Domenico Fiasella, Giovanni Benedetto Castiglione, Giovanni Battista Gaulli, Gio. Enrico Vaymer, Domenico Piola, Gio. Bernardo Carobene, Jan Roos, Bernardo Strozzi, il Mulinarettto e molti altri.

Sono state prese tutte le precauzioni per garantire la massima sicurezza ai visitatori: sanificazione degli ambienti, adozione di dispositivi di protezione individuale e programmazione degli accessi alla mostra in modo da evitare assembramenti. Alla mostra non potranno accedere più di 25 persone contemporaneamente e cioè 100-110 persone al massimo in una giornata.

La mostra sarà visitabile dal giovedì alla domenica con orario 12-19 con ingresso da salita San Francesco 4.
Per informazioni e prenotazioni dell'orario d'ingresso: telefono 010/2541996 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.palazzodellameridiana.it/da-cambiaso-magnasco-sguardi-genovesi/