A Palazzo Ducale di Genova dal 9 settembre 2021 al 20 febbraio 2022 una mostra dedicata al grande artista visionario

Mondi impossibili, universi paralleli, ucronie: l’arte di Maurits Cornelis Escher è ormai nell’immaginario collettivo.

Dal 9 settembre 2021 al 20 febbraio 2022 Genova ospita una grande e completa mostra antologica dedicata all’artista olandese: a Palazzo Ducale oltre 200 opere e alcuni dei suoi lavori più famosi: Mano con sfera riflettente (1935), Vincolo d’unione (1956), Metamorfosi II (1939), Giorno e notte (1938) e la serie degli Emblemata.

Nato a Leeuwarden il 17 giugno 1898 e morto a Laren il 27 marzo 1972, Escher, attraverso le sue grafiche, le incisioni su legno e le litografie, mescolando generi, stili e discipline, ha creato davvero una compenetrazione tra mondi. I paradossi, i legami con la scienza e la matematica, gli inganni prospettici: la mostra di  Palazzo Ducale a cura di Mark Veldhuysen e Federico Giudiceandrea è un excursus dell’intera produzione artistica di Escher e stimola il confronto con opere di altri grandi artisti visionari come Giovanni Battista Piranesi (1720 – 1778) e di Victor Vasarely (1906 – 1997).

https://palazzoducale.genova.it/mostra/escher/

https://www.mostraescher.it/