L’atmosfera dei grandi viaggi transoceanici a Genova in una mostra. Dal 16 settembre al 2 ottobre 2021

Dal Rex al Michelangelo, al Conte Biancamano all'Augustus: quella delle traversate transoceaniche è stata una grande epopea che ha visto Genova protagonista.

Grandi imbarcazioni, vere e proprie città galleggianti che trasportavano sogni e speranze, famiglie che dal nord d’Italia si imbarcavano al porto di Genova, carichi umani che hanno sfidato tempeste ed epidemie e attraversato immani difficoltà per giungere nel Nuovo Mondo. Storie di naufragi e di successi, ma anche storia del costume, di business e di crociere che coincidono con i tempi della storia italiana del ‘900, di fastose architetture e di design: perché le navi trasportavano anche un importante patrimonio artistico.

La mostra “Visioni e bellezza sulle rotte transoceaniche. La grande manifattura italiana nei transatlantici”, allestita fino al 2 ottobre al Palazzo della Borsa, in Piazza De Ferrari, nel cuore di Genova, è dedicata al grande patrimonio artistico delle turbonavi.

Allestita in concomitanza col Salone Nautico 2021, è un grande tuffo nell’atmosfera degli anni dei grandi viaggi transatlantici, vissuti come li viveva chi viaggiava.
Gli allestimenti interni delle navi abbinavano funzionalità, bellezza ed eleganza con opere d’arte che venivano commissionate direttamente a importanti artisti del momento per caratterizzare gli spazi con una linea estetica coerente: la navigazione diventava dunque una vera esperienza della vita, un momento memorabile rimasto impresso a molti e confluito anche nell’immaginario di cinema e letteratura. Anche la sede della mostra gioca un ruolo importante nell’effetto: è allestita negli spazi del Palazzo della Borsa, edificio costruito nel 1912 dove si respira ancora l’aria di quel Novecento che oggi sembra tanto lontano.

Centro di interesse dell’esposizione i due grandi arazzi astratti (dimensioni oltre 2 metri per 6 ciascuno) creati per la flotta italiana da due tra i più importanti artisti astratti italiani:

- l’arazzo di Mario Sironi, realizzato nel 1949 dalla Manifattura M.I.T.A. di Genova per gli interni del Conte Biancamano, una nave che ha solcato un intero secolo, prima e dopo la Seconda Guerra Mondiale. Un’opera molto grande, quasi sette metri, destinata alla Sala Soggiorno di Prima Classe, con i motivi e il ritmo delle figure che rievocano la lingua egizia: geroglifici moderni che ci narrano una storia fatta di nudi e figure arcaiche, donne, cavalieri, pescatori, marinai, stagliati su un sole stilizzato, che più essere un tramonto o l’alba di una nuova era;
- l’arazzo di Giuseppe Capogrossi, fu realizzato nel 1963 dall’ Arazzeria Scassa per la Sala Soggiorno di Prima Classe della Turbonave Michelangelo: una grande opera con campitura rossa che dialogava con la vicina Sale delle Feste sede dell’orchestra, in dialogo con gli arazzi dai motivi floreali di tradizione fiamminga di fine Cinquecento rielaborati dall’architetto Nino Zoncada.

Oltre ai due magnifici arazzi saranno in esposizione anche una quarantina di fotografie in grande formato delle navi, dei loro interni e di momenti di vita durante le navigazioni. Oltre 40 fotografie tratte dall’Archivio Leoni che ritraggono le grandi navi e i loro passeggeri più famosi, dal Rex al Raffaello, dall’Andrea Doria al Conte Biancamano, da Hemingway a Robert Mitchum alla coppia Liz Taylor - Richard Burton ad Alberto Sordi.

La mostra ha permesso anche di ricostruire la collaborazione degli artisti con committenti e realizzatori, riportando alla luce metodologie e memorie che possono portare a future nuove esposizioni sulla memoria di chi sulle navi ha viaggiato, lavorato, di cittadini, appassionati e intellettuali.

L’esposizione è a cura di Regione Liguria con la collaborazione di Cassa depositi e prestiti e camera di commercio di Genova. Accesso libero con Green Pass. Orario: 11 - 19.

Visioni e bellezza sulle rotte transoceaniche: storia e curiosità sui due arazzi

Visioni e bellezza sulle rotte transoceaniche: storia e curiosità sui transatlantici e i loro allestimenti interni

Visioni e bellezza sulle rotte transoceaniche: storia e curiosità sui transatlantici e i loro allestimenti interni