Al Museo di Storia Naturale di Genova, animali vivi in mostra fino al 25 settembre 2022. Il mistero e la leggenda di creature incredibili

Sono capaci di restare immobili per ore. Digiunare per giorni. Attendere fermi a lungo per scattare al minimo movimento. Chissà quali altri segreti nascondono: i ragni!

Oggi potete scoprirli a Genova visitando “Spiders”, la straordinaria esposizione di ragni, scorpioni, uropigi solifugi e amblipigi, ospitata al Museo Civico di Storia Naturale “G. Doria”, fino al 25 settembre 2022.

I ragni sono un ordine degli Aracnidi e comprendono più di 50.000 specie, rappresentando quindi un fondamentale elemento della biodiversità; il loro importante ruolo nei diversi ecosistemi in tutto il mondo è veramente affascinante: sono tra gli animali più versatili del pianeta, popolano tutti i continenti a esclusione dell’Antartide e sono in grado di sopravvivere in tutti gli ambienti, dai deserti alle foreste pluviali alle affollate metropoli.

Un grande salone ospita l’esposizione di animali vivi: in 60 terrari realizzati appositamente si trovano i più grandi ragni del mondo (40 specie di tarantole) e numerose specie di altri Aracnidi (scorpioni, uropigi, solifugi e amblipigi).
Vere star le 4 specie di vedove nere (genere Latrodectus) talvolta la femmina, dopo l’accoppiamento, uccide il maschio.

La mostra è a cura del Museo Civico di Storia Naturale G. Doria e di Reptiles&Co.
Orari: da martedì a venerdì dalle ore 9 alle 19; sabato e domenica dalle ore 10 alle 19,30.

https://www.museidigenova.it/spiders