Un coro che canta l’inno in genovese di Fabrizio De André per battere insieme il coronavirus

Umbre de muri muri de mainé dunde ne vegnì duve l'è ch'ané...

È l’inno di Genova. La canzone che unisce tutta la Liguria, da Ventimiglia a Sarzana. In questo momento in cui la nostra regione come tutta l’Italia hanno bisogno di restare uniti e superare l’epidemia di coronavirus, alcuni musicisti hanno deciso di unire i loro strumenti, le loro voci e le loro webcam e si sono visti “virtualmente” in rete per cantare "Creuza de mä" la famosissima canzone in genovese di Fabrizio De André.

L’idea è di Matteo Rabolini, percussionista del gruppo Fibre Acustiche, che ha riunito amici, colleghi e appassionati in un coro virtuale e ha pubblicato il video risultato della performance sulla sua pagina facebook: