Tullio Solenghi ricorda Bruno Lauzi recitando "La Mano" una bellissima poesia per esorcizzare il coronavirus.