Da tre ragazze di Finale Ligure una web app per aiutare gli stabilimenti balneari con le restrizioni anticoronavirus

Se quest’estate dovremo convivere con il coronavirus, ci pensa la tecnologia ad aiutarci. Tre ragazze di Finale Ligure hanno pensato ad una web app con cui prenotare ombrellone, lettino e tutta una serie di servizi prima di andare in spiaggia, rispettando le regole di distanziamento sociale ed evitando file e assembramenti.

È il Progetto SmartBeach ideato tre giovanissime finalesi, Rita Delpiccolo, Federica Zaffaroni e Adelaide Colman di Kavok Studio e potrà essere molto utile ai gestori come a cittadini e turisti per godersi delle spiagge in Liguria.

Non è la solita app per smartphone, ma una semplice pagina web che, personalizzata per ogni sito di stabilimento balneari e Comune, può essere visualizzata da ogni tipo di dispositivo. È strutturata come il servizio di Booking, ma non gestisce i pagamenti e permette di prenotare l’ingresso e effettuare una serie di preferenze in base a alle offerte degli stabilimenti, come scegliere l’ombrellone, il lettino o la sdraio. Addirittura si possono inviare ordini al bar: ogni stabilimento potrà inserire il proprio menu. Molto utile la sua chat: con essa si entra in contatto con i gestori e si possono conoscere i loro servizi.

La web app è stata presentata già a diversi comuni e sta ottenendo buoni riscontri: la sua utilità per la gestione del turismo da fuori e dentro la Liguria è innegabile e aumenterà quanti più saranno i gestori disponibili ad usarla.

Per contattare Kavok Studio:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/kavokstudio/