Sito minerario nell'entroterra di Chiavari, da cui, nel 1876, si estraeva il manganese

Nella Liguria di Levante è particolarmente interessante la visita alle miniere di Gambatesa nell’entroterra (Comune di Ne) che è stata il più grande giacimento di manganese d’Europa, chiusa nel 2011 e trasformata in un museo minerario.
Dal 1° Settembre al 31 Maggio nei fine settimana, a bordo dell’originale convoglio ferroviario dei minatori e di vagoncini utilizzati per il minerale, accompagnati da guide specializzate, è possibile addentrarsi in un emozionante reticolo di gallerie
Info: www.minieradigambatesa.com - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.- Tel.: 0185-338876 - Cell.: 388-3084752).

Avventura

Ne Miniera Gambatesa e Museo Minerario

La miniera di Gambatesa è stata il più grande giacimento di manganese d’Europa e miniera attiva sino al 2011. La storia della miniera di Gambatesa inizia nel 1876 quando venne concesso il primo permesso di ricerca all’ingegnere francese Augusto Fages che esplorò le terre del levante ligure ed in particolar modo i diaspri della val Graveglia alla ricerca del manganese, essenziale per l’industria siderurgica che lo impiegava per la produzioni di acciai di qualità. Il primo atto ufficiale risale al 29 agosto 1878 quando il Ministero dell’Agricoltura e dell’Industria e Commercio dichiara la scoperta della miniera di manganese nella Val Graveglia che viene denominata”Gambatesa” e viene data in concessione al suo scopritore Augusto Fages. Nell’arco di pochi anni Gambatesa diventa una miniera già  molto sviluppata con una attività  che conta 15 minatori e 25 donne che lavorano per separare il materiale sterile da quello buono; il minerale di manganese, la Braunite, in questo giacimento raggiunge tenori del 45-50%, tra i più alti al mondo. L’attività  interessa anche i vicini cantieri di monte Bossea, Molinello e Cassagna ed impiega una decina di minatori con una punta massima di 16 minatori nel 1985.

Alla fine degli anni ’90, l’ing. D. Vercellotti, figlio del fondatore della Sil.Ma., inaugura il percorso turistico che affiancherà l’attività estrattiva fino al 27 Maggio 2011, quando ne sarà decretata la cessazione per sopravvenuta antieconomicità della stessa. Il museo minerario,  inaugurato nell'anno 2000,  nei suoi primi tre anni di vita è stato visitato da più di 50000 persone delle quali circa il 50% è rappresentato da scolaresche. Degli oltre 25 km. di gallerie presenti nella miniera sono stati attrezzati oltre 8 km di percorso per le visite didattiche, diversificate in base alla durata e alla difficoltà. La visita guidata predisposta per le scolaresche consente di apprezzare la miniera nei suoi vari aspetti geologici, minerari e storico-sociali e nel 2009 è stata arricchita all'esterno da un centro visite attrezzato con servizio bar e sala multimediale dove vengono svolte le lezioni introduttive e diverse collezioni mineralogiche, oltre a  un'area pic-nic e a una piccola foresteria completamente attrezzata per brevi soggiorni. 

Periodo: Tutto l’anno

Ski-Mine srls - Tel. 0185 338876 . http://minieradigambatesa.com - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nella zona sono possibili escursioni in ebike e degustazioni di prodotti tipici locali presso il ristorante la Brinca.

foto: www.christianmarello.it