GET_YOUR_GPS_POSITION

miniere di Gambatesa

È sempre un'emozione poter percorrere i 1500 metri di itinerario che si sviluppa all'interno del sito minerario delle Miniere di Gambatesa in Val Graveglia, nell'entroterra di Chiavari, da cui, nel 1876, si estraeva il manganese.

Il percorso prevede l’ingresso in miniera con il trenino dei minatori, costituito da vagoncini per il trasporto del minerale modificati per consentire il trasporto delle persone, e un percorso pedonale lungo la galleria principale: il piano di calpestio lungo la rete ferroviaria è in terra battuta e l'illuminazione è mantenuta minima ma sufficiente a consentire lo spostamento in miniera in tutta sicurezza.

La temperatura all'interno è costante sui 13-15°C e l'ambiente molto umido. In virtù di queste caratteristiche si raccomanda abbigliamento adeguato e calzature comode.

Aperta nel 1876 con un permesso di ricerca e di estrazione del manganese, la miniera di Gambatesa è stata uno dei complessi minerari più grandi d'Europa dal punto di vista occupazionale, occupando, a metà del Novecento, fino a 200 minatori. E’ rimasta in attività, anche se in forma ridotta, fino al 2011, affiancando il Museo della Miniera aperto nel 2001.

Dopo cinque anni di chiusura, grazie all'impegno della Regione Liguria e del Parco dell'Aveto che hanno fortemente investito sul progetto di messa in sicurezza e rilancio, è diventata una delle attrattive della zona e di tutta la regione.

Il Museo è aperto dal 1° Ottobre al 31 Marzo solo nei fine settimana e festivi, dalle 10 (orari di visita ore 11, ore 14 e ore 15:30 circa). Dal 1° Aprile al 30 Settembre il sito è aperto da Mercoledì a Domenica dalle 10 (orari di visita ore 11, ore 14 e ore 15:30 circa). Luglio e Agosto è aperto tutti i giorni.

Altri contenuti vicino a te: 1

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.