Secondo la tradizione i giorni 29 - 30 - 31 gennaio sarebbero i più freddi dell'anno. Ecco qualche idea per superarli in Liguria

La tradizione assegna ai giorni di fine gennaio e inizio febbraio il nome di "Giorni della merla".

Secondo la leggenda, una merla, vessata dal gelo negli ultimi giorni di gennaio, si rifugiò in un camino per trovare un pochino di tepore. Si salvò, ma in cambio le sue piume diventarono tutte nere.

In Liguria, per fortuna, non fa così freddo, ma abbiamo studiato lo stesso qualche idea per aiutarvi a superare i "Giorni della merla".

 

 

1. Cosa mangiare: minestrone

Cosa mangiare per tenervi caldi durante i giorni della merla? Perché non provate con un buon minestrone? Profumato, gustoso, semplice, perfetto, antesignano di ogni guerra alle calorie entra di diritto nella cucina ligure invernale. Un cucchiaio finale di pesto lo rende infine straordinario!
Ecco la ricetta

Minestrone

2. Cosa seguire: Incontri in Blu. Uomini, donne e storie di mare

La seconda edizione della rassegna Incontri in Blu. Uomini, donne e storie di mare, otto incontri con nove ospiti, in programma ogni ultimo giovedì del mese alle 18 nell’auditorium del Galata Museo del Mare avrà come primo ospite, giovedì 30 gennaio 2020 Chris Bertish- I’MPossible, sudafricano, velista, surfista autore di grandi imprese come la traversata dell'Atlantico in SUP.

incontri in blu

Incontri in blu

3. Da vedere: Buchenwald Tosca al Chiabrera di Savona

Giovedì 30 gennaio 2020 in occasione del Giorno della Memoria, Buchenwald Tosca al Teatro Chiabera di Savona, un evento unico, da un’idea di Mauro Pagano, fusione di un melodramma e della rievocazione di un vero dramma, in un crescendo di emozioni che incantano e coinvolgono lo spettatore.

La storia è quella di una recita della Tosca di Puccini messa in scena all'interno del campo di concentramento di Buchenwald nel marzo del '45. Il dramma pucciniano è esacerbato dalla contrapposizione tra ebrei, interpreti dell'opera, e nazisti che assistono come pubblico.

Molti altri eventi per il Giorno della Memoria a Genova e provincia

Buchenwald tosca

4. Da visitare: Tre mostre al CAMeC della Spezia

Al CAMeC   - Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia, tre mostre interessanti:

"ARIA. 2009 – 2019 dieci anni di Factory": la mostra sul decennale della storica formazione artistica Factory.
"Dimensioni infinite di Michelangelo Penso": un progetto espositivo concepito e realizzato appositamente per il CAMeC e i suoi spazi, installazioni e riflessioni sull’infinitamente grande e l’infinitamente piccolo
"Oversizeuna nuova selezione espositiva, attinta da tutti i diversi fondi conservati al CAMeC, mette in mostra una quarantina di lavori di grande formato, alcuni dei quali mai mostrati, che dialogano fra loro e si presentano allo spettatore nel loro potente impatto visivo. Il percorso associa alla cronologia l’accostamento linguistico, la consonanza estetica, l’accordo tematico.

Camec, La Spezia

5. Da scoprire: Sulle torri della cattedrale di San Lorenzo

Il Museo Diocesano di Genova organizza un appuntamento per salire alle Torri della Cattedrale di San Lorenzo. La visita è un percorso in ascesa all’interno della Cattedrale che ha come prima tappa la Tribuna del Doge – da cui si gode di una vista mozzafiato sulla navata centrale – e, infine, con la salita alla Loggia di Giovanni da Gandria che conclude la torre loggiata per godere di un punto di vista particolarmente privilegiato da cui esplorare con lo sguardo i tetti della città.

Sulle torri cattedrale di San Lorenzo

6. Dove portare i bambini?

Esistono i draghi? E licantropi, vampiri, grifoni? Di sicuro li trovate in mostra al Museo Civico di Storia Naturale Giacomo Doria di Genova con Mythos - Creature Fantastiche tra Scienza e Leggenda

In esposizione 25 modelli di creature fantastiche e zoomorfe, esseri che da sempre hanno popolato l'immaginario dell'uomo, dalle arpie ai centauri, draghi, grifoni, vampiri, licantropi, sirene e unicorni.
Orari: da martedì a domenica dalle 10 alle 18 (lunedì chiuso)

La mostra è visitabile fino a domenica 30 agosto 2020 

Mythos

7. Per stupirsi: trekking fotografico all'alba nel Parco di Portofino

Domenica 2 febbraio 2020, trekking fotografico all'alba a punta Chiappa, condotto da Marco Bertolini, guida e fotografo naturalista. Appuntamento alle 6 davanti alla stazione ferroviaria di Camogli

Mezza Maratona due perle
Tags: