Acqued8festival2017, dal 28 giugno al 2 agosto 2017

La nona edizione del Festival Teatrale dell’Acquedotto. A spasso sul vecchio acquedotto di Genova, rappresentazioni teatrali nell’entroterra tra divertimento, impegno e cultura. Dove un tempo correva l’acqua, oggi corre la storia.

Due passi sull’ acquedotto storico di Genova, due passi nella sua storia. Tra chiuse, tubi imponenti, spettacolari ponti sifone e case dei filtri: a vederlo da vicino, il vecchio “conduto”, l’acquedotto di Genova, che servì la città fin quasi alla Prima Guerra Mondiale, ha il sapore delle “grandi opere”, come quelle dell’Impero Romano. Un festival, ogni anno, porta migliaia di persone a riscoprire una delle perle nascoste della città.

Il Festival Teatrale dell’Acquedotto giunge nel 2017 alla sua nona edizione. “Acqued8festival” 2017 con la direzione artistica di Mirco Bonomi e Mauro Pirovano, ha in programma spettacoli all’aria aperta, conferenze, pièce teatrali e le “stöndaiate”, speciali percorsi narrativi. Sullo sfondo cattedrali millenarie, la campagna e i quartieri periferici della Val Bisagno e i borghi sconosciuti dell’entroterra genovese, secondo una formula che, con gli anni, è diventata un appuntamento fisso per il territorio genovese.

Si va da spettacoli come “Odio il tè verde”, con Simona Garbarino e Anna Solaro, venerdì 7 luglio nella frazione Picarello, nel cuore di Sant'Olcese, a vere e proprie chicche, come “Da uomo a uomo” e “Soliloqui al femminile”: sul trenino di Casella, domenica 16 luglio. Si viaggia su due vagoni, si potrà assistere ad uno spettacolo su un vagone all’andata e ad un altro sull’altro vagone nel ritorno (prenotazione obbligatoria, con il biglietto ferrovia Genova-Casella).

Si parlerà tra l’altro di handicap, con “Due ruote”, di Antonio Sgorbissa, giovedì 20 luglio a Villa Durazzo a Pino Sottano e di immigrazione con “Welcome” di e con Beppe Casales sabato 22 luglio all'Oratorio San Giovanni Battista.

Un tuffo nel genovese con “Bacci Musso u cunta Romeo e Giulietta” di Pino Petruzzelli e Mauro Pirovano, in programma sul Sagrato della Chiesa di San Siro di Struppa, sabato 29 luglio e con le attesissime “stöndaiate”, passeggiate accompagnate dalle parole di Mauro Pirovano e dalla musica di Marco Cambri, quest’anno intitolate “Borghi al riparo dai barbari (e dal Bisagno)”, martedì 11 luglio, con CartacantaGenova e martedì 18 luglio, Carpidiem sul tratto da poco ristrutturato dell'Antico Acquedotto Storico di Genova.

Chiude “Cognome e nome Pertini Sandro” al Ricreatorio di San Bartolomeo, a Savignone, mercoledì 2 agosto spettacolo in occasione del 120° anniversario della nascita dell’ex presidente Sandro Pertini.

Approfondimenti
Per il programma completo vai al Teatro Ortica

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.