GET_YOUR_GPS_POSITION

Festival Internazionale di Musica da camera

Una meraviglia per gli occhi e per l’udito: il Festival Internazionale di Musica Classica di Cervo è una gioia per i sensi e per lo spirito, grazie alla bellezza degli scorci offerti da uno dei Borghi più belli d’Italia e al virtuosismo dei musicisti chiamati a esibirsi su un palco d’eccezione.

Dal 14 luglio (ma ci sarà un concerto di presentazione mercoledì 12) al 28 agosto il sagrato della chiesa di San Giovanni Battista di Cervo (più nota come Chiesa dei Corallini) ospita la cinquantaquattresima edizione del Festival, che verrà aperto dal violino di Uto Ughi, accompagnato al pianoforte da Andrea Bacchetti.

A un altro violinista, Sandor Vegh, si deve l’intuizione che ha portato alla nascita del Festival: oltre cinquant’anni fa scoprì casualmente l’eccezionale acustica prodotta della facciata della Chiesa dei Corallini, e propose al comune un progetto per allora visionario, una serie di concerti sul sagrato della chiesa.

Negli anni il Festival è cresciuto regalando in mezzo secolo di musica di alto livello, affiancando qualità e contaminazioni tra i generi, classica e jazz.

Quest’anno, fra i nomi in cartellone il pianista Pietro De Maria (21 luglio alle 21.30 in piazza dei Corallini), Patricia Kopatchinskaja – violino - e Polina Leschenko – pianoforte - (29 luglio alle 21.30) nel concerto in memoria di Sandor Vegh nel ventennale della morte, Paolo Fresu e il suo Devil quartet (5 agosto alle 21.30) e il fisarmonicista Richard Galliano con il New Musette Quartet (12 agosto alle 21.30).

 

Approfondimenti

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.