Domenica 29 ottobre sedici itinerari in altrettanti comuni liguri: tra terrazzi e muretti a secco, alla scoperta della cultura dell’olio e della tradizione millenaria del cultivar taggiasca

Due passi tra gli olivi, gli alberi più simili all’anima. Sarà proprio una parte grande dell’anima della Liguria quella che molte persone incontreranno domenica 29 ottobre 2017 in occasione della Camminata tra gli olivi, per la Prima Giornata Nazionale delle Città dell’olio, organizzata dall’associazione Città dell’olio per valorizzare il territorio e le produzioni, i paesaggi e i profumi mediterranei legati alla coltivazione dell’olivo e alla produzione di olio.

L’evento ha avuto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e i patrocini della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministro dell’Ambiente e si svolge in tutta Italia, con passeggiate dai 2 ai 5 chilometri dedicate a famiglie e appassionati per proporre un’esperienza inedita.

In Liguria i comuni coinvolti saranno, Taggia, Imperia, Bajardo, Borgomanero, Castel Vittorio, Chiusavecchia, Diano Arentino, Diano Marina, Perinaldo, Pieve di Teco, Pontedassio, in provincia di Imperia; Andora, Arnasco, Casanova Lerrone e Stellanello, in provincia di Savona e Ne in provincia di Genova. Ben 16 i percorsi proposti dagli altrettanti Comuni liguri, con la possibilità di scoprire tutti i segreti di un’affascinante tradizione millenaria

La Liguria, con ben 37 città dell’olio è seconda solo alla Toscana per numero di città con tradizione e produzione d’olio d’oliva e ora la promozione di percorsi che interessino le aree dell’olio, può aiutare lo sviluppo di un turismo sostenibile.

Ogni Comune ha selezionato un percorso tra gli olivi con caratteristiche uniche dal punto di vista storico e ambientale che si concluderà in un frantoio, in un’azienda olivicola o in un palazzo storico dove ai partecipanti sarà offerta una degustazione.

Per le foto dell’evento sui Instagram e Twitter, hashtag #camminatatragliolivi

Per saperne di più