Pesto al Mortaio
GET_YOUR_GPS_POSITION

Un pesto da Unesco

Dal 17 gennaio al via le iscrizioni al Campionato Mondiale del Pesto al Mortaio. La finale il 17 marzo a Palazzo Ducale

Il Pesto al Mortaio come patrimonio immateriale dell’Unesco. E’ questa la grande sfida lanciata dalla Liguria per ottenere il riconoscimento dell’organizzazione internazionale per il prodotto principe della gastronomia genovese e ligure, affinché il Pesto al Mortaio diventi un modello riconosciuto di recupero delle più squisite tradizioni dell’umanità. Un obiettivo tanto ambizioso quanto raggiungibile, quello che fa da sfondo al lancio della settima edizione del Campionato Mondiale del Pesto.

Dal 17 gennaio verranno aperte le pre-iscrizioni in vista della finale che si svolgerà come tradizione a Palazzo Ducale, sabato 17 marzo.  La gara seguirà le sue regole consolidate. Aperta a tutti, professionisti, dilettanti e appassionati di cucina, purché maggiorenni. Cento concorrenti iscritti in base a data e ora di iscrizione (50 liguri, 25 dal resto d’Italia e 25 dall’estero) o partecipanti di diritto perché vincitori di gare eliminatorie (ad oggi, una trentina). Come sempre la giuria sarà composta da 30 giudici italiani e stranieri, selezionati sulla base delle competenze e del ruolo nell’universo del food.

Tra gli eventi collaterali, sono confermati il “Campionato dei Bambini”, la “Settimana del Pesto dei Ristoratori Liguri” e il “Pesto Party”. Quest’ultima iniziativa prevede una esibizione di finger food dei ristoratori di Genova Gourmet. Anche in questa edizione verrà dato spazio a “Corner informativi e di tasting” dei principali consorzi liguri del settore agroalimentare.

Per saperne di più

Altri contenuti vicino a te: 60

Please publish modules in offcanvas position.

 Facebook

 Twitter

 Pinterst

 whatsapp

 Google+

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.