Arriva la notte delle stelle cadenti. Ecco alcune idee su dove andare per vederle ed esprimere i vostri desideri nella Liguria Sopra le righe…

La notte di San Lorenzo si avvicina: tra poco tutti, mamme, papà, bimbe, bimbi, anche i nonni passeranno tutta la notte con il naso all'insù per cercare di vedere una stella cadente.
La spiegazione scientifica ormai la conosciamo tutti: la Terra in questo periodo dell’anno, incontra, nella sua orbita, uno sciame di meteore, le Perseidi, lasciate dal passaggio di una cometa, la Swift-Tuttle. Esse vengono attirate dalla gravità terrestre e, a contatto con l’atmosfera, a causa dell’attrito, diventano palle di fuoco fino a disintegrarsi.

Con il tempo, a questo fenomeno astronomico si sono associate molte storie, molte leggende: dal dio della fertilità Priapo che arrivava a fecondare i campi, come credevano i Romani alle lacrime di San Lorenzo, cioè quelle versate da San Lorenzo sui carboni ardenti durante il suo martirio.
Ma soprattuto si dice che vedere una stella cadente possa far avverare un desiderio. Per questa ragione la notte del 10 agosto ci si arma di passione, pazienza, di un maglioncino, dove serve, e si resta ore con il naso all’insù.
Ognuno ha il suo luogo preferito dove incrociare le Perseidi: ecco qualche idea per quest’anno!

La cattedrale di San Lorenzo a Genova

La cattedrale di San Lorenzo a Genova

A Genova, in città, tanti eventi per la notte di San Lorenzo.
Stelle preziosissime, invece, quelle che si potranno incontrare al Duomo di S. Lorenzo il 10 agosto con la visita guidata La notte di San Lorenzo. Dopo la visita alle meravigliose reliquie del Tesoro di S.Lorenzo, si salirà alla torre loggiata del Duomo per riuscire a vedere almeno una stella cadente ed esprimere un desiderio.
Luogo perfetto per vedere i meteoriti è Righi: venerdì 10 agosto all'Osservatorio astronomico di Righi ci sarà la serata Giove, Saturno, Marte e le stelle cadenti. Per info: http://www.osservatoriorighi.it.

Cogoleto

Cogoleto

A Cogoleto, assieme alle stelle vedrete i fuochi! San Lorenzo patrono della città, è festeggiato venerdì 10 agosto con una grande festa, la Fiera di San Lorenzo, la processione religiosa (dalle 20.30 dalla chiesa di Santa Maria Maggiore) e, dalle 23, i fuochi d'artificio.

Punta Manara a Sestri Levante

Punta Manara a Sestri Levante

Dall’altra parte, sopra Sestri Levante, l’escursione notturna di 101giteinliguria.it proseguirà alla volta del punto panoramico di Punta Manara, un angolo privilegiato per alzare lo sguardo al cielo, assistere allo spettacolo e contare le stelle cadenti.

Framura

Nello spezzino, sono molti i luoghi perfetti in cui osservare le stelle: a Framura nella costiera selvaggia della posta ciclopedonale, perfetta per esprimere i vostri desideri!
Che ne dite invece di un tuffo nella notte di San Lorenzo? A Levanto c’è il Tuffo sotto le stelle  un cimento notturno in programma venerdì 10 agosto 2018, dalle 23, allo scoglio della Pietra.
A La Spezia, all'Osservatorio Astronomico Iras a Viseggi, le stelle cadenti si vedranno domenica 12 agosto 2018: è quello, secondo gli astronomi, il momento migliore. Dalle 21 si terrà Le stelle cadenti e il cielo d'estate un incontro per la notte delle Stelle Cadenti 2018.

Parco del Beigua

Parco del Beigua

Luogo speciale nel savonese è il Parco del Beigua, sopra Varazze. La lontananza dalle grandi città e dalla costa favoriscono la visione delle scie lasciate dai meteoriti. Al Parco Naturale Regionale del Beigua c’è l’escursione notturna con ritrovo alle 18 al Punto Informativo Bruno Bacoccoli, loc. Pratorotondo e cena (facoltativa) rifugio ristorante di Prato Rotondo. Se siete a Ranzi, sopra Pietra Ligure per la Sagra del Nostralino, le buie alture che collegano la frazione a Verezzi a Gorra sono perfette per veder le stelle cadenti. Oppure potete andare a Finale Ligure e aspettare le scie dalla fortezza di San Giovanni.

Sulle Alpi Liguri

Alpi Liguri

A Ponente, invece, si starà con il naso all’insù nel prato di San Romolo: a due passi da Sanremo è la meta ideale per vedere le stelle cadenti. Gli appassionati potranno andare a vederle sfavillare a Perinaldo, suggestivo borgo che diede i natali a Gian Domenico Cassini, grande astronomo scopritore della divisione degli anelli di Saturno. Ecco come raggiungerlo: https://www.osservatoriocassini.it/
Oppure, sempre più in alto, lasciata Triora, ad oltre 1000 metri di altezza ai confini del parco naturale delle Alpi Liguri, dove L’Associazione Stellaria e l’agriturismo Il Rifugio a Colle Langan, hanno organizzato il  Picnic sotto le Stelle, mentre, per i più temerari c’è l'escursione alla Rocca dell’Abisso, con nottata e le stelle cadenti, organizzato da Monesi Young.

Tags: