Banksy, Hitchcock e Michelangelo tris d’assi per la stagione 2019/2020, per un Ducale sempre più protagonista

Un’offerta ineguagliabile. Un programma ricco e strepitoso. Un centro di attrazione culturale unico ed eccezionale in Liguria e non solo.
La stagione 2019/2020 di Palazzo Ducale di Genova si annuncia con un programma a 360°, rivolto a un pubblico sempre più diversificato e attento alla qualità del prodotto.

Dalla fotografia al cinema, dalla scienza alla comicità, dall’arte alla economia, dall’architettura ai selfie, dai festival ai laboratori, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Sono davvero tanti gli eventi che ogni giorno accoglieranno i visitatori. Si parte dal 30 settembre con la rassegna Dal Comico alla Satira curata da Luca Bizzarri e Tullio Solenghi che vedrà in scena ospiti come Lella Costa, Paolo Rossi e Roberto Cuppone.
Passando dal Festival della Scienza a  Spazio e società, Big November 5: un mese dedicato all’architettura, alla tecnologia e agli spazi della città che porterà nel capoluogo genovese Stefano Boeri, Mario Cucinella e Raoul Pantaleo.

L’autunno-inverno delle grandi mostre inizia con Gli anni Venti in Italia. L’età dell’incertezza. Oltre 100 opere suddivise in 9 sezioni nelle sale dell’appartamento del Doge con dipinti, sculture e disegni dei grandi protagonisti che hanno caratterizzato quel periodo tra cui Carrà, Casorati, de Chirico, Arturo Martini, Severini, Sironi, Depero, Prampolini, Wildt.

Dal 13 novembre 2019 all’8 marzo 2020 la mostra Alfred Hitchcock, una rassegna fotografica con più di 80 scatti e approfondimenti video che svelano il dietro le quinte, i retroscena, gli effetti speciali, la vita privata del regista e degli attori dei suoi principali film.

E per tutti gli amanti della Street Art, appuntamento irrinunciabile con War, Capitalism & Liberty: un omaggio autentico a Banksy, il grande genio artistico tra i più discussi degli ultimi anni.

L’anno si chiude con Beautification of America. Il talento degli italiani nella Costume Jewerly, una selezione di bijoux realizzati da emigrati italiani in USA, tra gli anni ’20 e ’50.

Grande attesta per la prima esposizione in assoluto a Genova dedicata a Michelangelo, il divino maestro. Una mostra che si annuncia già come l’evento dell’anno, tra i più importanti sullo scenario internazionale.

Non solo pittura, scultura la primavera del 2020 porterà al Ducale oltre 130 opere per #clickme!! Un percorso fotografico che racconterà come la tecnologia ha cambiato la ritrattistica, dagli albori arrivando ai selfie.

E per la serie della grandi conferme, ad aprile, tornerà la Storia in Piazza, un classico per Genova e il Ducale che l’ospita.

Per il resto a voi il piacevole imbarazzo di scoprire e scegliere quale evento catturerà la vostra attenzione.

Info

http://www.palazzoducale.genova.it/