Sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019 il grande evento che racconta il bello del nostro Paese e lo splendore della Liguria

Un classico di stagione che accende l’autunno! Il 12 e 13 ottobre 2019 ritornano le Giornate del FAI, promosse dal fondo per l’ambiente Italiano: un weekend che promette l’apertura, al grande pubblico di alcuni monumenti, edifici, territori, luoghi, solitamente chiusi.
La Liguria sarà protagonista con 26 luoghi da visitare su tutte le province liguri (Genova 8, Imperia 7, La Spezia 2,  Savona 9). Tante le bellezze e le curiosità da scoprire, alcune delle quali davvero uniche, come la possibilità di vedere l’Abbazia di San Fruttuoso, un luogo straordinario dove l’opera dell’uomo si è felicemente integrata con quella della natura, una perla del X-XIII secolo che splende in una profonda insenatura della costa del promontorio di Portofino. A Genova oltre al Parco di Villetta di Negro la possibilità di visitare il Museo Edoardo Chiossone che contiene una delle più importanti collezioni d’arte orientale in Europa. Sempre nella Superba non potete non visitare l’antica Barberia Giancalone, allestita nel 1882 e rinnovata nel 1922 seguendo le tendenze e la moda Art Decò. 

Nel savonese non bisogna perdere le incantevoli Grotte di Toirano, ricche di stalattiti, stalagmiti, importanti testimonianze di uomini preistorici e numerosissimi resti di Ursus spelaeus, l'orso della caverne, che le utilizzò come rifugio per il letargo.

Altro luogo da visitare è la Centrale Elettrica SIPE, un gioiello liberty del 1916, in un itinerario a piedi sul viale della Libertà a Ferrania, fra architetture industriali e memorie del lavoro. I visitatori, accompagnati dai racconti di studiosi ed ex lavoratori della fabbrica di pellicole Ferrania-3M, potranno attraversare idealmente la storia del Novecento industriale nell'area del Bormida.

Nello spezzino, un’occasione unica di visitare l’Arsenale militare che in occasione dei 150 dalla sua nascita consentirà di fare un viaggio nel passato attraverso la visita di luoghi operativi: l'ex scuola operai, l'officina congegnatori con lavorazioni meccaniche, i bacini galleggianti e il ponte girevole. Inoltre sarà possibile salire sugli elicotteri che prestano servizio sul cacciatorpediniere Duilio, visitabile anch’esso.

Nella provincia di Imperia, in un secolare castagneto, fuori dall’abitato di Montaldo Ligure potrete scoprire il Santuario dell’Acquasanta, dove si può ammirare la cancellata in ferro battuto del 1608, che separava i battezzati dai catecumeni e il pozzo realizzato in pietra locale, datato 1486, dal quale è ancora possibile attingere acqua.

L’elenco completo dei luoghi è sul sito del Fai.