L’imponente roccia da cui prende nome la città

La pietra (a Pria) che dà il nome alla cittadina di Pietra Ligure è lo spuntone di roccia sovrastato dal Castello. Nell'antichità, quando qui si infrangevano le onde del mare, doveva sembrare ancora più imponente.

Già i romani avevano scelto questa posizione strategica per il loro borgo fortificato, il Castrum Petrae. La prima fortificazione del masso risale alle prime invasioni dei Barbari e dei Saraceni, quando i liguri iniziarono a munire di fortilizi le proprie terre. Il castello era una fortezza inespugnabile e, proprio per la sua posizione strategica, di importanza fondamentale per il controllo dei commerci mediterranei e del passaggio degli eserciti. Le strade romane (via Aurelia e via Julia Augusta) che collegavano l'Italia con la Gallia passavano di qui.

Il castello fu baluardo bizantino a difesa dei longobardi, poi possedimento dei Vescovi di Albenga sino a quando, nel XIV secolo, fu ceduto alla Repubblica di Genova, da sempre in competizione con il vicino Marchesato dei Del Carretto del Finale.

Il castello propriamente detto è Monumento Nazionale, ma è di proprietà privata. La città cambiò nome da “La Pietra” a “Pietra Ligure” il 31 luglio 1862 perché in Italia, fuori dalla Liguria, vi erano altre città che si chiamavano così.