“Quando cammino sulle alture di Genova, ci sono momenti in cui avverto bagliori ed emozioni simili a quelle che sentì Colombo, forse negli stessi luoghi, lanciato verso il mare e il futuro”. Questa celebre citazione del filosofo Friedrich Nietzsche racchiude in poche parole le due anime di Genova: mare e monti. Ma cosa avrebbe provato Nietzsche se avesse cambiato punto di osservazione? Quali sarebbero state le sue emozioni se, invece che il mare dai monti, avesse ammirato i monti dal mare?

Probabilmente avrebbe provato le stesse emozioni che potete provare ogni giorno grazie a un battello che, navigando sotto costa, arriva fino a Pegli. Partendo dal Porto Antico di Genova, luogo ordinato e allo stesso tempo così eterogeneo, lasciando la banchina avrete la possibilità di spaziare con lo sguardo per scorgere elementi che dal mare acquistano un sapore tutto nuovo. Vedrete ora la Sopraelevata, tanto odiata quanto amata dai genovesi, che disegna curve sospese in mezzo alla città; ora la Lanterna, fil rouge tra passato e presente, che con la sua eleganza si staglia dal tappeto di container dai mille colori; ora, guardando un po’ più verso levante, la Fiera del Mare e oltre, verso Corso Italia.

Avrete la possibilità di stupirvi per eventi che rientrano nell’ordine quotidiano, come un aereo che decolla o una gru col carico sospeso in aria. Avrete la possibilità di vivere Genova, città di mare, in tutta la sua integrità. Forse potrà essere la prima volta, ma siamo sicuri che non sarà l’ultima.

Per maggiori informazioni: Navebus Amt - Golfo Paradiso Trasporti Marittimi Turistici - Consorzio Liguria Via Mare - Cooperativa Battellieri del Porto di Genova