Numeri da record per gli avvistamenti di cetacei nella prima parte del 2017

Il 2017 ha portato con sé una straordinaria notizia: il numero di avvistamenti di cetacei ha registrato, già nei primi otto mesi, numeri mai visti. 205 balenottere, 42 capodogli, 116 zifi si sono manifestati davanti agli occhi increduli di adulti e bambini; ma non solo, l’avvistamento di 5 branchi di globicefali e un gruppo di grampi al largo di Genova ha suscitato interesse internazionale per la rarità dell’evento. Numerosissimi anche gli avvistamenti di delfini: in un silenzio quasi religioso, già oltre 5000 stenelle e 113 tursiopi hanno giocato, seguito la scia dei battelli ed effettuato evoluzioni scaturendo nel pubblico emozioni indimenticabili.

Il Mar Ligure, ormai si sa, è un vero e proprio acquario a cielo aperto: siamo nel cuore del Santuario dei Cetacei e fra la primavera e l’autunno sono sempre di più i battellieri che propongono specifiche attività di whalewatching

Il 2017 si è rivelato essere, quindi, un anno più ricco rispetto al passato. Il merito non è solo del maggior numero di uscite in mare permesse da condizioni marine favorevoli, ma anche di un Mar Ligure in ottima salute, con un boom di fitoplankton e ampie concentrazioni di clorofilla, nutrimenti principali dei cetacei.

Va da sé che è anche il numero degli stessi avvistamenti a essere aumentato, in alcuni casi raddoppiando i valori dell’anno scorso, e talvolta con qualche sorpresa. Assieme ai cetacei, infatti, è stato registrato un picco anche negli avvistamenti di tartarughe marine caretta-caretta: si pensi che in un solo pomeriggio, fra lo stupore generale, ne sono state avvistate ben 16! Anche gli avvistamenti delle mante, che fino a qualche anno fa si contavano sulle dita di una mano, ora sono diventati frequenti.

Insomma, se ancora non avete provato quest’esperienza i numeri del 2017 non possono che essere un ulteriore incentivo per partire verso l’orizzonte alla scoperta degli esemplari che abitano il nostro mare.