Una visita guidata per vedere un fenomeno ancestrale nel Parco Montemarcello

Nessuno sa da quando esiste. Arriva un mesetto l’anno e poi svanisce, vola via. La farfalla dorata, lo straordinario fenomeno archeoastronomico che si verifica nel Parco di Montemarcello Magra Vara proprio in questo periodo racchiude in sé mistero, storia, scienza e riti ancestrali.

Si tratta del riflesso causato dalla luce del sole al tramonto mentre attraversa il foro creato da un tetralite, quattro pietre a forma di losanga, proiettando su una roccia vicina l’immagine di una farfalla tutta d’oro. Il fenomeno si può osservare sul promontorio del Caprione poco distante da Lerici, presso un sito in cui è stata rinvenuta un'area sacra databile tra il terzo e il quarto millennio prima di Cristo, tempi in cui la zona era abitata dai liguri apuani, in località monti di San Lorenzo. L’evento dura pochi minuti, ma lascia senza fiato. Ma cosa significa davvero? Chi lo ha costruito? Perché proprio qui?

Da quando è stato scoperto, nel 1997, dal prof. Enrico Calzolari, archeoastronomo e appassionato di storia antica, la popolarità di questo fenomeno continua a crescere e sono in molti, ogni anno, a recarsi, durante il solstizio d'estate, in località Monti San Lorenzo, poco lontano da Lerici , per vederlo.  

Domenica 2 giugno 2019, il parco di Montemarcello Magra Vara in collaborazione con il professor Enrico Calzolari organizza un’escursione con guida naturalistica dedicata alla visione del fenomeno

Grazie alla preziosa presenza del professor Calzolari, scopritore e massimo esperto del fenomeno, si avrà la possibilità di comprendere e rivivere la magia di questo luogo unico e singolare proprio come seimila anni orsono.

Max num partecipante: Max 40 partecipanti

Attrezzatura necessaria: Calzature da trekking – acqua.

Costo: la partecipazione è gratuita. E’ obbligatoria la prenotazione ai numeri 0187691071 o 3271273871 (coop hydra). A cura del CEA del Parco di Montemarcello Magra Vara

Per info  La farfalla dorata  

 

parcomagra.it