Una tradizione sentita e toccante: il Cristo morto viene calato dalla croce sotto gli occhi di tutta la popolazione

Una delle tradizioni più sentite e coinvolgenti della liturgia pasquale nel Ponente Ligure è la Calata di Gesù dalla Croce a Molini di Triora. L’evento si tiene presso la Chiesa della Montà, dove il Venerdì Santo viene deposta la statua del Cristo con un rituale mistico e toccante: due confratelli si alzano con le scale sulla croce, fasciano il Cristo con alcune bende e spuntano i chiodi che vengono mostrati ai fedeli dal sacerdote. Poi, lentamente e solennemente, calano la statua di Gesù. Il tutto avviene sotto il canto della Corale Parrocchiale, in un momento di intensa devozione.
Il rito viene celebrato in modo analogo nella Basilica del Santo Sepolcro a Gerusalemme dai Frati Francescani e in altre zone del ponente ligure.

Assistono alla deposizione bambini vestiti da angioletti, mentre durante la processione che accompagna i fedeli, s’odono suoni di corni e i battiti delle taabacche, tavole speciali, crepitacoli con maniglie montate appositamente per fare rumore e chiamare a raccolta la popolazione, visto che, dopo il Gloria del Giovedì Santo, le campane dovevano rimanere legate e silenziose...

Informazioni tratte da Il cerchio del tempo. Le tradizioni popolari dei liguri, di Paolo Giardelli. Sagep editore