Al Museo diffuso 24 km della Ferrovia Genova - Casella un nuovo allestimento tra mille curiosità

Il Museo diffuso 24 km della Ferrovia Genova - Casella, la linea ferroviaria che collega il centro di Genova (piazza Manin) al paese della Valle Scrivia lungo il crinale dell’Appennino, ha rinnovato i suoi spazi e l'esposizione: i visitatori che decideranno di prendere il trenino e fare tappa nella nuova stazione di Crocetta d’Orero per conoscere la storia e l’evoluzione della ferrovia, troveranno un’articolata proposta di documenti, foto e materiali. L’esposizione è organizzata all’interno delle due sale del Museo, la Sala d’ingresso e la Sala Grande, e nell’area esterna alla stazione.

Il museo

In quello che era l’ufficio del capostazione, nella Sala d’ingresso, è esposta la planimetria in scala dello sviluppo della linea ferroviaria riprodotta su tela pittorica. Qui sono esposte inoltre alcune interessanti fotografie storiche; tra le più significative, la foto dell’arrivo a Casella del treno a vapore inaugurale, le pubblicità dell’epoca per la promozione della linea e alcune immagini che ritraggono feste a bordo del trenino, risalenti agli anni ’50. Originale anche la mostra dei biglietti antichi, così come l’esposizione di alcune strumentazioni di bordo, come un telefono di servizio usato a bordo dei treni e in stazione, una lampada di segnalazione a petrolio utilizzata dal personale e sui rotabili, un tachigrafo tutt’ora funzionante, una bobina in dotazione alle elettromotrici per filtrare correnti di forte intensità sulla linea aerea.

Il museo del Trenino di Casella
Il museo del Trenino di Casella

Nella Sala Grande prosegue il percorso storico della ferrovia: vi troviamo disegni e fotografie di diverse tipologie di locomotive ed elettromotrici storiche, un vero e proprio excursus che evidenzia l’evoluzione e la storia dei rotabili nel tempo.

L’allestimento del museo continua poi all’esterno della stazione: qui sono esposti il carro storico F23, già utilizzato come carro merci negli anni 1934/1944 sulla ferrovia di San Marino, il palo della linea aerea originale, un carrello di servizio utilizzato durante la costruzione della ferrovia, un motore elettrico e un sollevatore a mano, utilizzato per il rialzo dei rotabili nel deposito di Casella e a Genova piazza Manin.

Il museo del Trenino di Casella

Il museo è aperto ogni sabato dalle 14.15 alle 16.00 grazie alla disponibilità degli Amici della Ferrovia Genova Casella.

Il museo e la nuova stazione di Crocetta d’Orero sono stati realizzati grazie ai contributi di Regione Liguria, del comune di Serra Riccò e al progetto Treno, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), nel quadro del Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 14-20.

https://www.ferroviagenovacasella.it/geca/

Il museo del Trenino di Casella, Carrello F23

Il museo è aperto ogni sabato dalle 14.15 alle 16.00 grazie alla disponibilità degli Amici della Ferrovia Genova Casella.

Il museo e la nuova stazione di Crocetta d’Orero sono stati realizzati grazie ai contributi di Regione Liguria, del comune di Serra Riccò e al progetto Treno, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), nel quadro del Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 14-20.

https://www.ferroviagenovacasella.it/geca/