Dal 20 aprile al 1° maggio al Forte di Santa Tecla di Sanremo, mostre, incontri e filmati in ricordo del giardiniere di Calvino

Anarchico, vegetariano, amante della natura e dei suoi equilibri, che studiava per passione e per mestiere: botanico di fama internazionale, autore di libri di ricette vegetariane, illustratore e tanto altro ancora, Libereso Guglielmi è stato un precursore, il simbolo di uno stile di vita compatibile con il benessere e il rispetto dell’ambiente, oltre che il depositario di una cultura profonda, anche letteraria.

Dal 20 aprile al 1° maggio prossimi, il Forte di Santa Tecla a Sanremo, che fa parte del Polo Museale Ligure del MiBACT, si terrà  una rassegna di 12 giorni dedicata a Libereso Guglielmi con i suoi disegni, i libri, e incontri, filmati, documentari e laboratori sulla figura del grande botanico che fu amico di Italo Calvino.

In programma le attività di R&B in Agricoltura, le erbe spontanee di Rudy Valfiorito, un’esclusiva passeggiata botanica con Sonia Baldoni, la Sibilla delle Erbe, testimonianze dal mondo della scuola e della cultura, la replica della lettura "Un pomeriggio, Adamo" di Italo Calvino a cura di Christian Gullone e la presentazione di tutti i libri di Libereso o che contengono suoi interventi o disegni. Dal 23 al 25 aprile anche la Prima edizione del Festival Regionale delle Erbe in collaborazione con la rete nazionale delle Case delle Erbe.

Orari di apertura del Forte di Santa Tecla: tutti i giorni dalle 10 alle 19. Saranno inoltre garantite aperture serale in occasione degli spettacoli teatrali.

Per maggiori informazioni: Pagina facebook dell’evento

Tags: