Tra Dolceacqua, San Biagio e Soldano nasce Antroposcene, Museo Etnografico a cielo aperto

Antroposcene è il primo Museo Etnografico a cielo aperto che prende in considerazione il rapporto uomo-natura anche alla luce dei cambiamenti climatici.
Racconta il patrimonio rurale diffuso sui territori di Dolceacqua, San Biagio della Cima e Soldano, tracciando un percorso etno-antropologico guidato da supporti digitali, dinamiche immersive e realtà aumentata, che valorizza e dà voce al bene prezioso dell’ambiente in cui è immerso il visitatore: 34 km di sentieri, 21 punti di interesse, 6000 anni di dialogo tra uomo e natura. Storie infinite storie di un ambiente rurale da proteggere, natura e comunità che tornano protagonisti. Un nuovo paesaggio culturale, rivolto a trekker, studiosi di etnografia e sostenibilità ambientale e amanti della natura nei borghi dell’estremo ponente della Liguria, nell’entroterra tra Bordighera e Ventimiglia.

Antroposcene è un progetto nato dalla sinergia tra i Comuni di Dolceacqua, San Biagio della Cima e Soldano, ETT Solutions, il CAI di Bordighera e la Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse, realizzato grazie al contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo (Bando In Luce).

Sabato 10 settembre, dopo l’inaugurazione (ore 17:00) il Teatro della Tosse proporrà lo spettacolo a stazioni “Di Ulivi, Vigneti, Storie e Silenzio” (Testo e Regia Amedeo Romeo), uno spettacolo itinerante per raccontare i luoghi, le storie, le tradizioni e i personaggi del territorio. Uno spettacolo teatrale che è anche un trekking, lungo un percorso di 1,6 km, completamente immersi nei profumi dell’entroterra.

Sabato 10 settembre 2022 ore 17:00
Località La Colla – DOLCEACQUA
SP 70 - km 4,4 incrocio con SP 69 e SP 92

www.antroposcene.it